Pubblicazioni

DOPO DI NOI

La tutela delle persone con disabilità rappresenta una forte esigenza sociale. È importante avere strumenti idonei a garantire al disabile, per tutta la durata della vita, un’assistenza non solo morale ma anche materiale rispettosa della sua dignità. In questo vademecum si analizzano quindi quei provvedimenti che, combinati opportunamente, possono assicurare il soddisfacimento, almeno parziale, di queste esigenze. Con la legge 112/2016, nota come legge sul “Dopo di noi”, il legislatore ha introdotto importanti agevolazioni fiscali a supporto di tutte quelle iniziative orientate alla tutela delle persone con disabilità gravi. Notariato e Associazioni dei Consumatori, con questa quattordicesima Guida per il Cittadino, vogliono rendere più facilmente accessibili gli strumenti giuridici di primaria importanza per affrontare situazioni sociali complesse e dolorose con maggiore consapevolezza e con il necessario sostegno. Leggi...

LINEE GUIDA REGIONALI

Le linee guida per l’autismo che la Regione Abruzzo ha pubblicato sul BURA nell’anno 2004, redatte con l’apporto dei colleghi referenti delle ASL abruzzesi e della rappresentante delle famiglie, rappresentano un punto di arrivo di un percorso iniziato molti anni fa quando con il prof. Manlio De Lellis, allora Direttore della Cattedra di Neuro-psichiatria Infantile dell’Università de L’Aquila, proponemmo l’istituzione di un centro di riferimento per le psicosi infantili, termine con il quale si chiamavano i disturbi dello spettro autistico...Leggi...

ALLEANZA EDUCATIVA

Il progetto ha lo scopo di condividere con gli insegnanti, il percorso educativo dei bambini e ragazzi presi in carico attraverso il progetto "autismo" finanziato dalla Regione Abruzzo con Delibera n. 460 del 03 maggio 2006, al fine di ottenere le "alleanze" necessarie per creare un intervento efficace ed efficiente...Leggi...

LINEE GUIDA PER INSEGNANTI ED EDUCATORI

Gentile insegnante/educatore,
in questo opuscolo troverà alcune informazioni utili per una maggiore conoscenza sui Disturbi dello spettro autistico (ASD), di cui sono affetti bambini e ragazzi che hanno una difficoltà nelle aree relative all’interazione sociale reciproca, all’abilità di comunicare idee e sentimenti e alla capacità di stabilire relazioni con gli altri...Leggi...

8° CONGRESSO INTERNAZIONALE DI AUTISME-EUROPE

La presa in carico della per sona con autismo deve necessariamente passare attraverso il continuo sostegno nell’arco di tutta la vita, non solo dell’utente ma anche di tutti coloro, familiari ed operatori scolastici e educatori, che si confrontano con le difficoltà spesso complesse ed imprevedibili che l’autismo comporta quotidianamente...Leggi...

MODELLO ABRUZZO

La presa in carico della persona con autismo deve necessariamente passare attraverso il continuo sostegno non solo dell’utente ma anche di tutti coloro, familiari ed operatori scolastici ed educativi, che si confrontano con le difficoltà, spesso complesse ed imprevedibili, che l’autismo comporta quotidianamente...Leggi...

CAPMH

Previous studies have shown favourable results with intensive behavioural treatment for children with autism: evidence has emerged that treatment can be successfully implemented in a community setting and in adolescent participants...Leggi...

PHISICAL ACTIVITY IN AUTISTIC YOUNG PATIENTS

Children with autistic spectrum disorder (ASD) may be at risk for being physically inactive because characteristics of the disability interfere with successful participation in traditional forms of physical activity. Children without disabilities acquire a majority of their physical activity during trasportation (i.e., walking to school), informal play (i.e., unstructured neighborhood play), and formal play (i.e., competitive sports)...Leggi...

ADAPTIVE RESPONSE OF CHILDREN AND ADOLESCENT WITH AUTISM TO THE 2009 EARTQUAKE IN L’AQUILA

he literature offers no descriptions of the adaptive outcomes of people with autism spectrum disorder (ASD) after natural disasters. Aim of this study was to evaluate the adaptive behaviour of participants with ASD followed for 1 year after their exposure to the 2009 earthquake in L’Aquila (Italy) compared with an unexposed peer group with ASD, by administering the Italian form of the Vineland Adaptive Behaviour Scales (VABS) at baseline, 6 months and 1 year after the earthquake...Leggi...
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per negare il consenso e lasciare questo sito clicca qui. Cliccando su "Ok" acconsenti all'uso dei cookie. Continuando ad utilizzare questo sito acconsento all’uso dei cookie. Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
x